Migliore Pasta Proteica 2021

  • by

Ultimamente si fa un gran parlare della pasta proteica, ogni volta che si affronta l’argomento dell’alimentazione più adatta per chi sia interessato a ritrovare la propria forma fisica, tanto con riguardo alla necessità di un eventuale dimagrimento, quanto per ottenere performance sportive migliori.

E’ giunto il momento di fare un po’ di chiarezza in merito e scoprire quali sono le sue caratteristiche reali, così da poter decidere, a ragion veduta, se questo alimento merita di essere inserito nella nostra alimentazione quotidiana.

Cos’è la pasta proteica

La pasta proteica è un alimento assimilabile alla pasta di semola di grano duro, ma il suo profilo nutrizionale è piuttosto diverso: i livelli di grassi e carboidrati, infatti, sono molto bassi (mentre questi, come noto, sono i macronutrienti più abbondanti nella pasta tradizionale) e si affiancano, invece, a un importante apporto proteico.

Tra le varia tipologie disponibili, quella col maggior contenuto proteico contiene circa 60 grammi di proteine ogni 100 grammi di prodotto, paragonabili alle caratteristiche di 300 grammi di petto di pollo.

Migliori Paste Proteiche

Abbiamo stilato per voi una piccola classifica delle 3 migliori paste proteiche che è possibile acquistare online e che hanno un ottimo rapporto qualità/prezzo. Sono prodotti selezionati con grande attenzione dal nostro Staff.

1.Pasta Proteica Foodspring

Occupa il primo posto della nostra speciale classifica la pasta proteica del brand Foodspring che contiene il 50% di proteine e solo il 25% di carboidrati. Questa pasta è vegana e priva di soia e le proteine contenute sono quelle del concentrato di piselli, ricco di aminoacidi.

Si cuoce in soli 10 minuti e può essere condita sia con le verdure che con il pesto o anche con il ragù. Gustosa e dietetica.

Clicca qui per acquistarla ora

2.Pasta Proteica CiaoCarb

Ottima è anche la pasta proteica della linea CiaoCarb, adatta a chi segue un regime dietetico a basso contenuto di carboidrati. Ha un alta concentrazione di proteine che provengono principalmente dal pisello, dalle uova e dalla soia. Alta è anche la quantità di fibre che favoriscono il transito intestinale ed evitano i picchi glicemici.

Il gusto è ottimo e questo prodotto aiuta anche ad aumentare il senso di sazietà.

Contiene solamente 320 calorie per 100g.

Clicca qui per acquistarla ora

3.Pasta Proteica Bio Natoo

Ecco un prodotto che ti permette di avere un elevata quantità di proteine ed essere allo stesso tempo bio. La Protein Pasta Natoo Bio ha circa il 31% di proteine e solo il 34% di carboidrati e non contiene zuccheri.

La sua alta concentrazione di proteine proviene dalla farina di lupino, un legume originario dell’Oriente. Ha un IG molto basso ed è quindi ottima per chi soffre di diabete o per chi vuole semplicemente mantenersi in forma.

Contiene solamente 340 calorie per 100g.

Clicca qui per acquistarla ora

Cosa contiene 

Oggigiorno ci sono numerose tipologie di pasta proteica, che si distinguono tra loro soprattutto per gli ingredienti che i produttori possono aggiungere alla semola di grano duro.
Si va da farine di cereali e legumi con alto contenuto proteico, quali farro, ceci, lenticchie, semi di lino eccetera, alla pasta proteica contenente albume d’uovo, piuttosto che glutine, ma anche proteine della soia, del pisello o del siero di latte, sotto forma di polvere, da aggiungersi all’impasto.
Inoltre si trovano tipi di pasta arricchiti di fibra come l’inulina, o anche con gomma di guar.
In altri casi, poi, la fortificazione della pasta proteica si ottiene aggiungendo vitamine e minerali come ad esempio acido folico, ferro, tiamina, solo per citarne alcuni.
Va detto altresì, che se la pasta è arricchita con glucomannano, che ha la caratteristica di assorbire moltissima acqua, e trasformarsi, così, in una gelatina voluminosa, il senso di sazietà sarà notevolmente superiore rispetto a quello derivante dall’alimentazione con pasta tradizionale.

Quanto alle controindicazioni, occorre notare che, come la pasta tradizionale, anche quella proteica include farina e glutine di frumento, pertanto non è adatta all’alimentazione dei celiaci.
È bene anche tenere presente che, laddove trai vari ingredienti, siano utilizzati soia o albume d’uovo, si potrebbero manifestare reazioni allergiche, nei soggetti più sensibili.
Meglio dunque chiedere un parere medico, quando la pasta proteica venga consumata per un periodo superiore alle 6-8 settimane, anche perché le fibre e proteine assunte in dosi importanti, possono produrre inconvenienti spiacevoli a livello intestinale e, nei casi più gravi, anche un affaticamento renale.

Proprietà e assunzione

Quando l’organismo deve metabolizzare le proteine, si trova naturalmente a spendere molta più energia rispetto a quella necessaria nel caso di grassi e carboidrati: in parole povere, se le proteine contengono 4 calorie per ogni grammo, ciò significa che una parte importante di queste calorie viene consumata fin da subito per poterle digerire.
Numerosi studi hanno anche evidenziato che alimenti altamente proteici sono in grado di ridurre in maniera importante l’appetito, prolungando oltretutto il senso di sazietà anche nelle ore successive al momento del consumo: ne consegue che questo tipo di pasta è particolarmente consigliato per chi vuole dimagrire.

Inoltre, è stato ampiamente dimostrato come la perdita di peso, se associata a un’alimentazione molto proteica, consenta, comunque, di preservare la massa muscolare durante il dimagrimento e anche i livelli di glicemia, trigliceridi e insulina a digiuno ne trarranno beneficio. Ne consegue che i diabetici, gli atleti che aspirano ad aumentare la massa muscolare, oppure gli anziani, che tendono fisiologicamente alla perdita di tono di gambe e braccia, possono trarre importanti vantaggi, seguendo un’alimentazione in cui la pasta proteica sia protagonista.

In generale, per ogni kg di peso corporeo è sempre bene non superare 1,5 gr. di apporto proteico totale al giorno, e solo il nutrizionista, o il medico di fiducia, può approvare eventuali apporti superiori, in base alle necessità e caratteristiche del paziente.

Conclusioni

Per chi voglia provare la pasta proteica, c’è davvero l’imbarazzo della scelta: se ne trova di ogni marca e tipologia, sia sugli scaffali dei più noti supermercati, che online.

Possiamo affermare che, contenendo più del doppio in proteine rispetto alla tradizionale pasta di semola, non siamo certo di fronte a una semplice trovata commerciale, ma, come in ogni cosa, quando non si tratti di un utilizzo sporadico, richiedere un parere professionale rimane il consiglio migliore: lo specialista in alimentazione potrà senz’altro aiutarci a trovare la soluzione più adatta al nostro caso, per ottenere gli obiettivi, in termini di salute e benessere generali, che ci siamo prefissati.

Se poi siamo in vena, e desideriamo mettere, in senso letterale “le mani in pasta” possiamo anche provare a realizzare una delle tante ricette di pasta proteica disponibili on-line, direttamente a casa nostra… e in questo modo sarà più semplice farsi un’idea del gusto di questo alimento, con l’orgoglio, oltretutto, di averlo prodotto di persona!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *